Stephen McFeely e Christoper Markus parlano delle possibilità di un esordio di MODOK nell’MCU.

In 10 anni di MCU, i Marvel Studios hanno introdotto un numero impressionante di personaggi su grande schermo (seppur con grandi limiti dettati dai diritti cinematografici), riunendo buona parte di essi in Avengers: Infinity War.

Ora i due sceneggiatori del film (e della trilogia di Captain America) Stephen McFeely e Christoper Markus nel corso del podcast Fat Man on Batman di Kevin Smith, hanno spiegato che sperano di introdurre M.O.D.O.K. nell’Universo Cinematografico Marvel in futuro:

Ho cercato di inserire M.O.D.O.K. in passato, ma è molto difficile avere una testa gigante come personaggio di supporto. Dovrebbe avere una sua storia, bisognerebbe realizzare l’intero film intorno a questa testa gigante.

Adoro M.O.D.O.K. e credo che se reso bene, potrebbe essere veramente terrificante. Questa testa che ti corre incontro, si avvicina a te e…oh, sarebbe fantastico!

MODOK, l’organismo meccanizzato progettato solo per uccidere ha intelligenza e una memoria sovrumane, la capacità di connettersi alle banche dati computerizzate e di risolvere problemi matematici astratti quasi istantaneamente. Ha anche la facoltà di calcolare la probabilità matematica che un dato evento si verifichi, una capacità così forte che sconfina nella precognizione. Possiede poteri psionici che gli consentono di controllare mentalmente individui o gruppi e di generare campi di forza in grado di contenere anche lievi esplosioni nucleari. La fascia frontale che indossa, creata per lui dall’A.I.M., gli permette di concentrare il suo potere mentale in un raggio devastante. Un effetto collaterale della sua mutazione è stata la crescita sproporzionata della testa, tanto che il suo corpo non può più sostenerne il peso, rendendogli necessario l’uso di un esoscheletro e di un mezzo di trasporto fluttuante e dotato di vari armamenti. Di tanto in tanto fa uso di un veicolo umanoide proporzionalmente dimensionato alla testa.

Fonte