Clark Gregg ha parlato del futuro dell’Agente Phil Coulson nel Marvel Cinematic Universe dopo la settima ed ultima stagione di Agents of S.H.I.E.L.D.

Dopo aver anticipato alcuni dettagli della trama della settima ed ultima stagione di Agents of S.H.I.E.L.D., Clark Gregg, interprete dell’Agente Phil Coulson sin dal primo Iron Man, ha parlato brevemente del futuro del suo personaggio e dell’eredità della serie più longeva prodotta da Marvel Television e da ABC Studios.

Durante una recente intervista con Variety, l’attore ha accennato alla divisione interna tra i Marvel Studios (integrati nel 2015 nei Walt Disney Studios) e Marvel Television (sotto il controllo di Isaac “Ike” Perlmutter), spiegando che la totale assenza di comunicazione tra le due compagnie ha rappresentato una vera e propria sfida per gli sceneggiatori dello show:

“Sai, nessuno avrebbe mai immaginato che la serie sarebbe andata avanti per 130 episodi. Non è stata concepita per cose come ‘Questa settimana ci sarà Tony Stark!’. Poi c’è stata la divisione tra Marvel Television e il Marvel Cinematic Universe a livello aziendale. Quindi gli showrunner, Jed, Mo e Jeff Bell, hanno dovuto perlustrare quelle parti dell’Universo Marvel che non erano legate con i piani incredibilmente elaborati dei Marvel Studios. Hanno finito per usare di tutto: inumani, viaggi nel tempo, Ghost Rider e tutte quelle cose che nessuno stava utilizzando, e molte volte con grande effetto.”

“Quando guardi la prima stagione, e vedi il modo in cui si è collegata all’HYDRA, capisci che hanno tolto le manette ai nostri poveri sceneggiatori quando tutti chiedevano ‘Cos’è questo show?’. E quando arrivarono Sam [Jackson] e Cobie Smulders pensai che fosse davvero emozionante. Mi manca quella parte, ma sento anche che Agents of S.H.I.E.L.D. abbia continuato ad evolversi. E quando è arrivata la quarta stagione, con i tre archi narrativi su Ghost Rider, sugli LMD e sul Framework, ho capito cosa succede quando questi grintosi scrittori non sono strettamente legati al mosaico più grande. Possono solo fare a pezzi la trama e ricominciare con un nuovo angolo dell’Universo Marvel in ogni stagione, spesso anche due o tre volte in una stagione.”

Nel momento in cui gli è stato chiesto se rivedremo l’Agente Coulson (o una sua iterazione) in un futuro progetto dell’Universo Cinematografico Marvel, Gregg ha dichiarato di non essere a conoscenza dei piani attuali dei Marvel Studios:

“Mi sembra un buon momento per annunciarlo… Non lo so davvero [ride]. Mi dispiace. È un po’ di sadismo da quarantena. Non so niente! È difficile per me immaginare uno scenario in cui dico ‘No, sono troppo occupato per interpretare la nuova versione di Phil Coulson’. Sono sempre emozionato quando vedo che nel Marvel Cinematic Universe cambiano le linee temporali e rivelano l’esistenza del Multiverso. Perché penso ‘Beh, ho visto alcuni scenari in cui potrei essere da quelle parti!’. Perciò ho imparato che con questo personaggio non bisogna mai direi mai ma sono davvero grato per il percorso che abbiamo avuto.”

Phil Coulson

Il cast di Agents of S.H.I.E.L.D. comprende Clark Gregg (Phil Coulson), Ming-Na Wen (Agente Melinda May), Chloe Bennet (Daisy Johnson/Quake), Elizabeth Henstridge (Agente Jemma Simmons), Iain De Caestecker (Agente Leopold Fitz), Henry Simmons (Direttore Alphonso “Mack” MacKenzie), Natalia Cordova-Buckley (Elena “Yo-Yo” Rodriguez), Jeff Ward (Deke Shaw), Patton Oswalt e Darren Barnet.

SINOSSI
Prodotta da ABC Studios e Marvel Television, Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D. ritorna per la sua settima ed ultima stagione mercoledì 27 maggio. Coulson e gli Agenti dello S.H.I.E.L.D. sono stati catapultati indietro nel tempo e sono bloccati nella New York City del 1931. Con il nuovissimo Zephyr in grado di viaggiare nel tempo in qualsiasi momento, la squadra dovrà affrettarsi per capire cosa è successo. Se fallissero, sarebbe un disastro per il passato, per il presente e per il futuro del mondo.

Fonte