Il primo Batman di Bob Kane era biondo e senza cappuccio. Il suo mantello è ispirato a Leonardo da Vinci. Ecco moltissime informazioni che un fan di Batman non può lasciarsi scappare!

1: Il primo Batman di Bob Kane era molto differente da quello che noi tutti conosciamo oggi. Il costume originale disegnato dal creatore del Crociato Incappucciato non prevedeva, in effetti, neppure il cappuccio ed era di color rosso

2: Bob Kane chiese un aiuto a Bill Finger per lo sviluppo delle storie, e lui lo aiutò in maniera decisiva a inventare trama, costume (cappuccio compreso), armi, gadgets e persino i primi personaggi.

3: Tra le fonti d’ispirazione per quello che sarebbe poi divenuto lo stile definitivo del personaggio, c’è anche un pizzico di genio italiano, ovvero l’Ornitottero di Leonardo Da Vinci

4: Il “Bruce Wayne” deriva da due storici combattenti realmente esistiti. Bruce venne infatti scelto in onore di Re Bruce I di Scozia, l’uomo che guidò gli scozzesi contro i britanni nella guerra di indipendenza Wayne viene da Anthony Wayne, un generale di brigata eroe della Rivoluzione Americana.

5: È stato calcolato che per sviluppare e produrre tutti i gadget, i costumi, le armi e i nascondigli del Cavaliere Oscuro sarebbero necessari circa 300 milioni di dollari. La Bat-Caverna, da sola, costerebbe circa tre milioni e mezzo, mentre trasformare una Cadillac in una Bat-Mobile superaccessoriata porterebbe via altri 2 milioni.

6: Ci sono infatti almeno 12 personaggi che sicuramente conoscono chi si nasconde realmente dietro la maschera dell’Uomo Pipistrello: quattro Robin (suo figlio Damian, Dick Grayson, Jason Todd e Tim Drake), il maggiordomo Alfred, Superman, l’inventore tuttofare (nonché ex scagnozzo del Pinguino) Harold, Azrael, Batgirl (Barbara Gordon) e tre nemici (Bane, Ra’s Al Ghul e Hugo Strange). Il commissario Gordon invece ha sempre sospettato che il Cavaliere Oscuro fosse in realtà Bruce Wayne, ma non ha mai dato segno di saperlo in via definitiva.

7: La serie TV di Batman, dopo il suo fallimento, arrivò anche al cinema con lo spin-off Batman (1966), ma è solo dagli anni ‘90 in poi che il Cavaliere Oscuro iniziò la sua scalata al grande schermo, e il primo esempio fu il Batman di Tim Burton del 1989, con Michael Keaton come protagonista. La scelta di Keaton provocò una vera e propria rivolta, dal momento che era considerato per lo più un attore comico, e sfociò in più di 50.000 lettere di protesta inviate ai fan alla Warner Brothers.

8: Keaton è tra l’altro claustrofobico, ma nell’interpretare Batman la cosa inaspettatamente… lo aiutò. Non essendo affatto a suo agio nell’indossare un costume, infatti, superato il primo momento di panico iniziale trovò a lungo termine (per sua stessa ammissione) un grande beneficio nel capire più profondamente il personaggio di Bruce Wayne.

9: Per fare pressione a Jack Nicholson perché accettasse il personaggio di Joker, la Warner arrivò persino a contattare Robin Williams e a far girare la voce che stesse per ottenere la parte. Quando Williams scoprì che non era mai stato realmente in corsa per il ruolo, si arrabbiò tanto che rifiutò di prendere parte a qualsiasi altro film Warner (incluso Batman Forever, nei panni dell’Enigmista), fino alle scuse che la casa di produzione riuscì a fargli accettare anni più tardi.

10: Il film del 1960 avrebbe peraltro dovuto includere anche Robin, il giovane assistente di Batman presente anche nel telefilm con Adam West. Una delle prime versioni (sceneggiata da Sam Hamm) includeva infatti nella storyline proprio Robin, un ruolo che il regista offrì all’allora diciannovenne Kiefer Sutherland.

11: Lo stesso personaggio era stato pensato per comparire in un singolo fumetto di Batman, per poi svanire per sempre secondo la volontà dell’editore Jack Liebowitz, ostile a un ragazzino raffigurato a sfidare i gangster. Il primo episodio con Robin vendette però il doppio dei numeri rispetto al solo Batman, e quindi l’assistente fu tenuto negli albi per amore dei fan

12: Christian Bale, che sarebbe poi diventato la star della (magnifica) trilogia di Nolan, fece l’audizione per il ruolo di Robin nel film Batman Forever (1995). La parte però andò a Chris O’Donnell.

13: Per entrare nella parte di Joker Heath Ledger si chiuse volontariamente per un mese in una stanza d’hotel, lavorando sulla sua voce e sulla sua personalità, e tenendo persino un diario dei “pensieri di Joker”. Arrivò addirittura a disegnare il make-up del personaggio con mascara e cerone.

14: Gotham City stava quasi per esistere davvero, in California. Il signor Joseph F. Lewis, residente nella cittadina di Sunnyval, nel 1966 ribattezzò un locale di sua proprietà Wayne Manor (lo potete vedere nella foto), per sfruttare l’onda della Bat-Mania. Il nuovo locale era a tema, decorato in stile Batman e con danzatrici abbigliate come Bat-Girl e Catwoman. Visto l’enorme successo riscontrato, Lewis tentò di convincere il consiglio comunale a cambiare il nome della città in Gotham City, ma senza riuscirci.

15: Esiste invece una città chiamata Batman, e si trova in Turchia. Il sindaco, all’indomani del successo dei film di Nolan, intentò una causa verso lui e la Warner, affermando che l’alto numero di omicidi, crimini e depravazioni raffigurate nei film infangava il buon nome della sua cittadina.

16: Andy Warhol ha diretto un suo personale film di Batman, dal titolo “Batman, Dracula” e prodotto due anni prima dello spin-off della serie tv datato 1966. È di fatto il primo lungometraggio dedicato a Batman, per quanto non autorizzato dalla DC e quindi oggi introvabile.

17: Bruce Wayne è più intelligente di Albert Einstein. Il suo QI infatti è di 192, mentre quello del fisico teorico più famoso di tutti i tempi si ferma ad un comunque rispettabile 180.

18: Tutta una serie di Bat-Miti sono stati introdotti solo anni dopo l’introduzione del personaggio. Gotham City divenne tale nel numero 48 degli albi a fumetti (prima Batman o viveva a “Metropolis”, o più semplicemente a New York), il Bat-Segnale arrivò solo nel 1942, e la Bat-Caverna addirittura nel 1948.

19: Batman ha persino incontrato Hitler. È successo sulle copertine di questi due albi risalenti alla seconda guerra mondiale!

20: Batman si incontrerà/scontrerà con Superman nel nuovo film DC Batman V Superman – Dawn of Justice, in cui compariranno, tra gli altri, anche Wonder Woman, Aquaman, Lex Luthor e Lois Lane.