Ecco 9 armature di Tony Stark per la sua serie regolare.

Dopo Thor e Captain America, anche uno dei membri principali dei Vendicatori avrà la sua serie regolare! Come parte dell’iniziativa Fresh Start, recentemente Marvel Comics ha annunciato Tony Stark: Iron Man #1, rilancio della serie che sarà scritto da Dan Slott (Amazing Spider-Man) ed illustrato da Valerio Schiti (Guardiani della Galassia).

Dopo aver pubblicato online le prime 2 tavole, ora la Marvel ha pubblicato le immagini di 9 armature inedite di Tony Stark realizzate da Valerio Schiti, che al momento dell’annuncio ha spiegato di essersi ispirato a “serie animate come Transformers, ma anche a Gundam e Ghost in the Shell”

Nei film Tony Stark crea e colleziona la sua armatura in garage. Ho pensato subito alle macchine da corsa, ma poi ho pensato “perchè solo auto”, Ho centinaia di immagini di aerei, navi, astronavi, robot, prototipi…le mie cartelle su Pinterest stanno esplodendo! Vedremo centinaia di armature diverse. Per me è il paradiso. Ho la possibilità di disegnare un personaggio iconico, provare diversi stili, utilizzare armature classiche e crearne di nuove.

Per quanto riguarda l’idea di tutte queste armature, Slott ha spiegato:

Perché non avere un’armatura diversa per ogni problema diverso? Vedremo l’armatura base? Si. Comparirà anche in Avengers, ma Valerio ha avuto libertà creative completa per divertirsi con tutte queste nuove armatura. Abbiamo un cesto di giocattoli…e abbiamo deciso che non è ancora abbastanza grande!

Prima di salutarvi, ecco il comunicato stampa ufficiale realizzato dall’editor-in-chief C.B. Cebulski:

Tony Stark pensava di avere la risposta a tutte le domande. Ma da quando è tornato dalla morte, vede l’universo Marvel sotto una luce completamente nuova. In che modo Iron Man si evolve continuamente e rimane rilevante in un mondo in cui la tecnologia avanza quotidianamente? Bene, Dan Slott, Valerio Schiti ed Edgar Delgado sono qui per rispondere a queste domande mentre porteranno il nostro Vendicatore in avventure che spingono i confini dei fumetti narrativi e visivi!

Fonte