Il museo nazionale di storia e cultura afroamericana appartenente allo Smithsonian Institution ha acquisito costumi ed oggetti di scena di Black Panther.

Black Panther si è rivelato un successo incredibile per i Marvel Studios, ed oltre ad aver incassato 1.3 miliardi di dollari e ad aver convinto appieno la stampa, si è trasformato in un vero e proprio fenomeno culturale negli Stati Uniti.

Ora il museo nazionale di storia e cultura afroamericana appartenente allo Smithsonian Institution, grande istituzione didattica e museale statunitense che già gestisce i più importanti musei della città ha annunciato di aver acquistato gli oggetti di scena del film di Ryan Coogler, le foto della produzione, il costume originale e persino la sceneggiatura firmata da Ryan Coogler, Kevin Feige, Nate Moore e Jon Robert Cole.

Black Panther è il primo supereroe africano ad apparsi nei fumetti Marvel più mainstream ed il film stesso è la prima produzione cinematografica basata sul personaggio. Black Panther illustra il progreso della cultura afroamericana in un’industria che in passato ha più volte limitato le persone di colore, relegandosi a figure marginali e monodimensionali. Il film, proprio come il museo, fornisce una storia completa della cultura afroamerica e della loro identità.

Cliccate qui per il comunicato ufficiale.