Nel nuovo rilancio editoriale della Casa delle Idee, arrivano anche gli Avengers.

Lo abbiamo atteso a lungo e finalmente Marvel Legacy arriva anche nel nostro paese, in un’iniziativa che promette un maggiore rispetto per le eredità dei vari protagonisti, rappresentando un ottimo punto di partenza per i nuovi (e vecchi) lettori. Le premesse per offrire qualcosa di innovativo ci sono assolutamente, come possiamo vedere in Avengers #98, uscito da pochi giorni in Italia.

All’interno dell’albo troviamo tra storie differenti: La testata Avengers principale, U.S.A Avengers e Uncanny Avengers. Tre testate che raccontano storie differenti, ma già con le idee chiare.

La prima parte dell’albo vede i nostri Avengers collaborare con i Champions, gruppo di giovani eroi che si sono divisi dai Vendicatori dopo gli eventi di Civil War II. Proprio come ci hanno abituato anni ed anni di storie, quando la Terra è in pericolo si mettono da parte i dissapori e si cerca di collaborare per un bene superiore, proprio come in questo caso.

A gestire la testata troviamo Mark Waid (Champions) ai testi e Jesus Saiz (Captain America: Steve Rogers) alle matite. Un team a nostro parere ben costruito, considerando che Waid già conosce molto bene i Campioni, anche grazie ad uno stile delle matite molto interessante e totalmente adatto ad una testata del genere.

Continuano le avventure della nuova linea di difesa del governo americano, U.S.Avengers che dopo l’invasione dei chitauri, adesso deve partire alla ricerca di Cannonball, ufficialmente deceduto in azione, ma in realtà smarrito da qualche parte nello spazio. Senza farvi particolari spoiler, Sam Guthrie si ritroverà in un mondo molto strano, in cui dovrà far fronte ad una situazione alquanto particolare.

A gestire questa storia troviamo Al Ewing (Avengers) ai testi e Paco Diaz  alle tavole, che avranno il compito di rendere appetibile ed innovativa questa nuovissima formazione stramba e pericolosa, composta da Citizen V, Iron Patriot, Hulk Rosso, Squirrel Girl ed Enigma.

Chiudiamo invece con Uncanny Avengers, dove la squadra tenta di riorganizzare le idee dopo la presa di potere dell’Hydra. Da una parte troviamo il team che ovviamente vuole ripartire tutti uniti, mentre dall’altra abbiamo Johnny Storm alle prese… con l’eredità dei Fantastici 4.

A raccontarci le avventure della squadra troviamo il team creativo composto da Jim Zub ai testi e Sean Izaakse alle matite, che danno una buona omogeneità alla storia, nonostante ci sia pochissima azione.

Una buona dose di azione, non molta ma il giusto, accompagna questo primo albo del rilancio editoriale Marvel, con tre storie che promettono sviluppi molto interessanti. Anche in questa testata, come tutte le altre, le aspettative sono molto alte.

Marvel Legacy: Avengers #98 - Recensione
6.8Overall Score
Storia7.5
Disegni7
Personaggi7.2
Azione6
Reader Rating 2 Votes
7.7