Attenzione agli spoiler su Life of Captain Marvel #3 di Margaret Stohl, Carlos Pacheco e Erica D’Urso.

Nel corso degli ultimi 40 anni, se non per qualche piccola alterazione, le origini di Carol Danvers sono rimaste principalmente le stesse: dopo essere coinvolta nella lotta tra Mar-Vell, il colonnello Kree Yon-Rogg e il gigantesco robot alieno noto come la Sentinella, viene investita dall’energia scaturita dall’esplosione dello Psico-Magnitron, una potente arma aliena che fonde la sua struttura genetica con quella Mar-Vell, rendendola una creatura ibrida con geni Kree e umani dotata di straordinari poteri.

Ora in una vera operazione di retcon, Marvel Comics ha ridefinito le origini dell’eroina, svelando che sua madre è un membro della razza Kree, rendendo di fatto Carol un ibrido umano-kree sin dalla nascita.

Scopriamo inoltre che il vero nome di Carol, “Car-Ell” mentre sua madre è nota come “Mari-Ell“, non più semplice casalinga ma capitano del supremo protettorato dell’Impero Kree, con poteri simili a quell della figlia.

Di conseguenza Carol non è stata trasformata in Kree a causa dell’incidente, ma lo è  sin dalla nascita, con l’esplosione dell’arma Psico-Magnitron che ha soltanto attivato i suoi geni latenti.

Non sappiamo con certezza se questo cambiamento influenzerà le origini di Carol Danvers in vista del suo film che uscirà a marzo del prossimo anno, ma sicuramente semplifica una storia decisamente complessa, togliendo però quell’elemento di casualità per molti affascinante.