In attesa dell’arrivo nuovo titolo videoludico dedicato al Tessiragnatele, abbiamo deciso di stilare una classifica su un argomento estremamente amato per questo genere di giochi: le skin alternative.

Manca poco più di un mese all’uscita di Marvel’s Spider-Man e l’attesa si fa sempre più trepidante.

Un punto di forza per quanto riguarda il fattore divertimento in questo genere di giochi è la possibilità di cambiare il costume del personaggio, così da giocare con l’aspetto che più si desidera, a cui si è più affezionati o che semplicemente si considera il più bello o interessante e questo l’Insomniac sembra saperlo bene. Sono state fatte spesso menzioni riguardo i costumi alternativi del gioco da parte loro, definendoli numericamente come una moltitudine e svelandone alcuni, come il costume classico, Spider-Man NoirPunk Spider-Man, la Iron-Spider di Avengers: Infinity War, l’Homemade Suit di Spider-Man: Homecoming e la Velocity Suit, un costume completamente originale creato appositamente per il gioco.

La lista sicuramente continuerà e non vediamo l’ora di scoprire quali siano le altre sorprese che ha per noi la Insomniac, ed è proprio per questo che abbiamo deciso di fare una nostra personale lista dei desideri, creando una top 10 sui costumi alternativi che vorremmo vedere (ed usare) in Marvel’s Spider-Man!

Un fattore da tenere in conto però, è una rivelazione fatta dalla Insomniac, ovvero che alcuni costumi forniranno delle abilità aggiuntive al giocatore, proprio come nel primo gioco Spider-Man del 2000. Quindi qualora si dovesse presentare un costume legato a delle capacità differenti o depotenzianti rispetto a quelle dell’Uomo Ragno che vedremo nel gioco, lo terremo in conto.

Ed ora iniziamo!

10. Superior Spider-Man V. 2

Questo costume è celebre per essere stato il secondo interamente creato per Superior Spider-Man, ovvero il Dottor Octopus, che dopo essersi impossessato del corpo di Peter Parker con uno scambio di menti, ha deciso di intraprendere il cammino dell’eroe dopo aver rivissuto i ricordi che hanno formato Peter Parker nell’uomo che è oggi. Questo design è oscuro, estremamente pulito sotto molti punti di vista, ma intricato su altri. Una fonte di ispirazione per il costume è stata niente meno che un’idea scartata di Alex Ross per il primo Spider-Man di Sam Raimi.

Per quanto riguarda le capacità, questo costume e questa versione di Spider-Man sono stati probabilmente in parte di ispirazione per l’approccio usato dalla Insomniac e dai Marvel Studios su Spidey, essendo estremamente tencnologico e colmo di gadget, più di quanti già né avesse normalmente Peter Parker nel suo arsenale. Quindi essendo i gadget già inclusi nel gioco di base, cosa potrebbe portare sul tavolo per quanto riguarda abilità aggiuntive? Come prima cosa gli artigli sui polpastrelli, arma integrata da Doc Ock per essere più efficiente come vigilante, ed a tratti più letale. Ma soprattutto le quattro zampe meccaniche sul retro. Un mix tra quelle già precedentemente utilizzate nel costume fumettistico Iron-Spider e ovviamente un riferimento ai tentacoli di cui Otto Octavius doveva sentire nostalgia. Un dettaglio che potrebbe aggiungere molto al gameplay e che potrebbe essere tranquillamente trasportato anche sulla Iron-Spider di Avengers – Infinity War, già annunciata per il gioco.

9. 60’s Spider-Man

Questa versione non ha un vero e proprio scopo per quanto riguarda le capacità, ma di certo ha un’importanza iconica e se vogliamo, comica.

Direttamente ripreso dalla prima serie animata dedicata all’Uomo Ragno negli anni 60, questo costume è stato negli anni ampiamente usato da internet per creare una sterminata serie di meme, data la natura datata, economica e quindi spesso ilare della serie da cui viene.

Interessante notare come in questo costume non siano incluse ragnatele su tutto il corpo, per risparmiare tempo sull’animazione non dovendole ridisegnare per ogni singolo frame. Per non parlare dei ragni sul petto e sulla schiena che presentano rispettivamente due zampette in meno rispetto al quelle consuete, probabilmente anche questo fatto per risparmiare tempo.

Uno dei motivi principali per cui sarebbe interessante introdurre questo costume nel gioco, è la modalità foto integrata nella Playstation 4, che potrebbe portare alla creazione di nuovi meme e quindi ad un dilagante umorismo sul web grazie a questo iconico costume.

8. The Bombastic Bag-Man

Questo costume è diventato leggendario nel corso degli anni per via del suo aspetto assolutamente ridicolo.

La storia dietro ad esso è semplice: dopo aver scoperto la verità sul costume nero, ovvero che si trattasse di un Simbionte alieno che oltre ad interessanti potenziamenti, forniva a Spidey pessimi effetti sul suo umore e quindi sulla sua vita personale, per non parlare del fatto che si nutriva di adrenalina rendendolo più incline alla violenza, il nostro eroe decise di toglierselo con l’aiuto di Reed Richards che scoprì per primo la verità sull’alieno. Una volta tolto però il povero Peter Parker rimase praticamente senza nulla addosso, in quanto non si sarebbe mai aspettato di doversi togliere il costume nero con una così grande urgenza, quindi venne fornito dai Fantastici Quattro di una loro vecchia uniforme, senza stivali per aderire meglio ai muri, con al posto di una maschera una busta della spesa con due buchi per gli occhi, da qui il suo nome “Bag-Man“, letteralmente: l’Uomo Sacchetto. Il tutto coronato da un foglio con su scritto “datemi un calcio” attaccato sulla schiena, ad opera della Torcia Umana.

Dal punto di vista delle abilità questo costume potrebbe essere il primo interessante esempio di de-potenziamento in una skin. In questa versione infatti Peter non è fornito di lancia-ragnatele, in quanto il costume nero le produceva direttamente per lui. Un concetto utilizzato anche nel padre moderno di tutti i videogiochi sull’Uomo RagnoSpider-Man del 2000, in cui i costumi alternativi non solo fornivano abilità in più, in caso fossero riflesso di una versione potenziata dell’Uomo Ragno, ma in alcuni casi depotenziavano il personaggio, aggiungendo un interessante grado di sfida in più.

Nonostante ciò è improbabile che una meccanica del genere venga inclusa dalla Insomniac, che sta cercando di rendere noto il fatto che in questo gioco lo scopo sia sentirsi Spider-Man quanto mai prima d’ora. Basti pensare al fatto che invece di un Peter adolescente ai suoi inizi, cominceremo direttamente con un il nostro eroe a 23 anni, quindi in attività da 8 anni e per forza di cose esperto nel campo del supereroismo. D’altro canto però, per una questione di diritti è abbastanza improbabile che un costume ripreso direttamente da I Fantastici Quattro possa essere incluso nel gioco, ma mai dire mai.

7. Lo Spider-Man di Mark Webb

Questo versione di Spidey è molto particolare, ed è questo il motivo per cui chi vi scrive ha preferito includere questa in particolare, rispetto a quella del secondo capitolo della saga. Questo costume ha integrato un elemento interessante al cinema per quanto riguarda la mitologia dell’Uomo Ragno: il rendere credibile che se lo sia fatto da solo.

Per quanto il risultato finale sia effettivamente difficile da immaginare come un costume creato da un diciassettenne senza grandi fondi, è interessante notare come in qualche modo possa risultare più credibile rispetto alle precedenti versioni cinematografiche, per via della sua natura intricata, del suo aspetto che quasi sembra incompleto, come se Peter non avesse ancora un’idea completamente chiara di come voglia apparire, cosa che paradossalmente lo rende più interessante. Con occhiali da sole giallognoli come lenti, suole di scarpe da ginnastica sotto gli stivali e lancia-ragnatele esterni, questo costume mostra un look intrigante ed unico, con chiare ispirazioni da uno dei costumi indossati nella ri-narrazione delle origini del supereroe Spider-Man: Da un grande potere e in parte dal Sensational Spider-Man di Ben Reilly.

Sotto il punto di vista delle capacità questo costume non porterebbe nulla, è una versione molto classica dell’Uomo Ragno sotto questo aspetto.

Ma nonostante tutto, il motivo del suo essere in settima posizione deriva dal fatto che già molto recentemente è apparso in due videogiochi, prima come skin principale in The Amazing Spider-Man e poi come alternativa in The Amazing Spider-Man 2, ragion per cui per quanto possa essere divertente l’idea di indossarlo, il tutto possa rischiare di sembrare anche troppo familiare.

6. Lo Spider-Man di Sam Raimi

Molti di voi saranno confusi dopo l’ultima dichiarazione fatta nella precedente posizione, per via del fatto che anche questo costume è apparso recentemente come skin alternativa in The Amazing Spider-Man, ma il motivo per cui il problema del precedente non si è andato a presentare è semplice: sarà un punto di vista soggettivo, ma l’impressione data da quella particolare skin è che, per quanto abbia restituito in parte l’aspetto di questo iconico primo costume cinematografico, il tutto sembri stato fatto abbastanza di fretta, senza una grande cura, quasi come per dare un contentino.

Ed è quindi qui che si presenta l’occasione perfetta per la Insomniac di rendere questo oltremodo riconoscibile look alla perfezione e con grande cura in un videogioco della attuale generazione.

Precedentemente abbiamo visto questo look (con piccole variabili riflesse dai film) nel corso delle trasposizioni videoludiche della saga cinematografica: Spider-ManSpider-Man 2Spider-Man 3, con l’aggiunta di Spider-Man: Friend or Foe, in cui veniva ripresa l’estetica dei film di Raimi. Sarebbe quindi quindi interessante vederlo riproposto in una versione più accurata e diciamocelo: più bella al livello prettamente estetico.

Nella sua ultima comparsa in Spider-Man 3 il costume risultava strano, sia per quanto riguarda i colori che per la forma della testa, questo era dovuto al fatto che quel titolo a livello grafico, ma non solo, è stato ampiamente riconosciuto come scarso.

Sarebbe quindi interessante giocare con una nuova versione completamente accurata del costume che ha fatto sognare una generazione che mai prima d’ora aveva visto al cinema questo personaggio.

Per quanto riguarda le abilità la cosa è semplice: questa versione di Spider-Man è dotata di ragnatele organiche, basterebbe quindi rimuovere qualsivoglia limitazione dal punto di vista dei lancia-ragnatele, nel caso ci dovessero essere.

5. Quick Change Spidey

Questa versione per molti non è propriamente diventata riconoscibile dopo la sua prima apparizione fumettistica, bensì con il suo arrivo su un titolo che abbiamo già citato precedentemente: Spider-Man il videogioco del 2000 dalla Neversoft.  Questa particolare versione ha probabilmente ispirato l’aspetto vigilante di Peter nel primo The Amazing Spider-Man, in quanto come si può notare parliamo di un costume estremamente semplice, composto da dei vestiti che Peter normalmente usa, la maschera del costume nero (non il Simbionte, la copia in stoffa), guanti neri e lancia-ragnatele.

Un abbigliamento molto semplice capace di ispirare il giocatore ad immaginare una situazione estremamente difficoltosa in cui l’Uomo Ragno dovrà entrare in azione immediatamente, senza il tempo per cambiarsi ma prendendo solo l’essenziale.

Per quanto riguarda le abilità, questo costume era depotenziato dal punto di vista dei lancia-ragnatele nella versione Neversoft, in quanto non dotato di una cintura per tenere delle cartucce di scorta come accade normalmente. Quindi in questo caso parliamo di un ulteriore de-potenziamento, anche se non estremo come quello suggerito per The Bombastic Bag-Man, ma solo parziale.

4. Spider-Man 2099

Questo costume è decisamente iconico ed unico nel suo genere. Indossato nell’anno 2099 da Miguel O’Hara, scienziato che grazie ad un incidente ha acquisito delle capacità molto simili a quelle del leggendario eroe noto come l’Uomo Ragno e che quindi decide di prenderne il nome.

Questo costume non venne creato da Miguel per essere usato come tenuta da vigilante, ma venne anzi riciclato. In origine si trattava di una tuta indossata per la festa Messicana: Los dias de los muertos, traducibile in: il giorno dei morti. La tuta è fatta di molecole instabili, un materiale creato da Mr. Fantastic diversi secoli prima, completamente immune a strappi o bruciature e adattabile a tutte le forme, questo per evitare che si rovinasse durante il festival. In aggiunta Miguel indossa un mantello dalle fattezze simili a quelle di una ragnatela, fatto di un materiale che gli consente di planare. La tuta risulta perfetta non solo per la sua natura estremamente simile dal punto di vista visivo, con il teschio sul petto che ricorda molto un ragno a testa in giù, ma anche proprio per il materiale in cui è fatta, data la natura dei poteri di Miguel.

Questo perché per quanto simili, i poteri si andavano a differenziare da quelli di Peter Parker in diversi aspetti: non aderisce alle pareti tramite biomagnetismo, bensì tramite degli artigli retrattili che gli escono dai polpastrelli di mani e piedi, con cui strapperebbe invece qualsiasi altro tessuto. Non è dotato di un Senso di Rango, ma in compenso ha una Visione Accellerata, ovvero la capacità di muoversi a grandissime velocità durante gli scontri. Riflessi e agilità sono migliori di quelli di Peter Parker, è dotato di dei lancia-ragnatele organici, ed è inoltre in grado di inoculare un veleno paralizzante tramite i suoi artigli.

Queste capacità potrebbero essere trasferite nel gameplay, passando dalla capacità di planare, alla capacità di paralizzare i nemici e forse anche alla Visione Accellerata, togliendo ogni limite ai lancia-ragnatele in quanto organici.

Ultima nota: nonostante innumerevoli trasposizioni e seguiti fumettistici abbiano dipinto questo costume come blu, questa è in realtà un’inesattezza, in quanto spesso nella serie le persone si riferiscono a Miguel come al “tizio col costume nero”, ed è quindi chiaro che il blu presente sulle tavole sia un riflesso comunemente utilizzato nei fumetti sul nero, come nei capelli di Superman. Sarebbe quindi interessante, nel caso fosse inserito, che il costume fosse effettivamente nero e rosso, o al massimo di un blu estremamente scuro.

3. Il Ragno Rosso

Questa versione, nota in originale come Scarlet Spider è estremamente popolare. Si tratta del costume indossato dal clone di Peter ParkerBen Reilly, ed è indubbiamente affascinante nella sua semplicità.

Il costume è il risultato delle condizioni di vita di Ben, che in preda ad una crisi esistenziale vagò per diverso tempo come senza-tetto. Non potendosi quindi permettere il lusso di cucirsi un suo costume come fece Peter, optò per una scelta più facile e se vogliamo: “più rock”. Una tuta completamente rosso scuro e grandi lenti sulla maschera, con in aggiunta una cintura con ricariche per le ragnatele, lancia-ragnatele esposti, taschette alle caviglie ed una felpa blu col cappuccio senza maniche, su cui sopra è disegnato il logo di Spider-Man in nero.

Un look aggressivo ed estremamente semplice che è rimasto nel cuore di generazioni di lettori e continua a fare breccia ancora oggi.

Per quanto riguarda le abilità, Ben introdusse la così detta “tela a impatto”, un nuovo sistema per usare i lancia-ragnatele, creando delle sfere di tela robusta per colpire i nemici più imponenti, come fosse un grande proiettile di gomma. Un’abilità che potrebbe risultare divertente ed utile nel corso del gioco.

2. Il costume nero

Questa posizione forse la più scontata ed è di certo quella che ha più probabilità di essere inserita nel gioco.

Questo look è decisamente iconico. Apparso per la prima volta durante le Guerre Segrete, il costume nero era si un parassita alieno con pessimi effetti su chi lo indossava, ma aveva svariati vantaggi, come: essere in grado di far respirare sott’acqua, poter cambiare aspetto divenendo qualsiasi capo di vestiario Peter volesse, poter generale automaticamente le ragnatele senza bisogno di dispositivi o cartucce, ed in generale potenziare tutte le sue abilità fisiche, rendendolo un avversario ancor più temibile. Oltretutto negli anni e con una serie di versioni alternative e trasposizioni, gli sono state attribuite altre capacità, come quella di generare tentacoli simbiontici con cui attaccare i nemici. Non è quindi difficile immaginare come questi effetti possano essere trasportati almeno in parte nel gioco.

1. Amazing Fantasy #15

Questa versione è fondamentale per il personaggio, ma ad oggi non ha mai avuto un trasposizione ufficiale videoludica. Si tratta del primo costume indossato nella primissima apparizione del personaggio in Amazing Fantasi #15, con il design del compianto Steve Ditko.

Questa versione ha ovviamente introdotto elementi che sono presenti quasi nella loro totalità ancora oggi per quanto riguarda il personaggio, ma conserva un valore unico.

Spesso nei fumetti viene mostrato come Peter abbia cambiato o comunque modificato il suo costume dalla sua prima versione, ed è quindi stabilito in modo canonico che quello indossato in Amazing Fantasy #15 e poi per tutta l’era di Ditko (con alcuni cambiamenti andando avanti nel tempo) fosse un costume effettivamente diverso da quello odierno e non lo stesso interpretato tramite una visione differente rispetto a quella di altri autori.

Questo costume si diversifica per i suoi occhi considerevolmente più piccoli rispetto a quelli a cui siamo abituati oggi, per la sua ragnatela fitta e considerevolmente più curva, per il simbolo sulla schiena blu e non rosso, per le ragnatele sotto le braccia dalla forma più appuntita sul fondo e da un fattore in comune con l’Uomo Ragno 2099: il nero. Negli anni si è infatti venuto a sapere che le parti che ormai consideriamo essere solo ed unicamente blu del costume, fossero in realtà nere con dei riflessi blu, concetto che molti autori hanno riproposto quando ritrovatisi a disegnare un Uomo Ragno ai suoi inizi, ne ritrassero il costume come rosso e nero.

Nessuna modifica per quanto riguarda le abilità, questa è la prima versione dell’Uomo Ragno classico e principale, quindi non si va a differenziare particolarmente sotto questo punto di vista con quello della Insomniac.

Questo costume è come detto in precedenza fondamentale in quanto è stato il primissimo aspetto con cui è stato presentato il personaggio, ed ha influito non poco nel suo fascino, che portò le vendite dell’albo alle stelle creando così la sua serie fumettistica personale: The Amazing Spider-Man. Sarebbe quindi un tocco di classe da parte della Insomniac, includerlo nel gioco, anche in omaggio al compianto Steve Ditko, recentemente scomparso.

In conclusione

Questi non sono certo tutti i costumi che vorremmo vedere nel gioco, la lista sarebbe ancora lunga e se dovessimo parlare di tutti arriveremmo forse ad una top 50. Ma una cosa è certa: questi sono di certo quelli che, secondo chi vi scrive, sarebbe più interessante o in alcuni casi divertente usare. Una serie di costumi che passano dall’inusuale all’iconico, arrivando anche al comico. Costumi che speriamo di poter utilizzare nel corso di questa nuova avventura videoludica.

E voi che costumi alternativi vorreste in Marvel’s Spider-Man?