Niente del genere è mai capitato al Cavaliere Oscuro.

Batman è uno dei migliori combattenti presenti nell’universo DC, se non nel mondo fumettistico in generale, ma questo non significa che non possa essere ferito bruscamente. Negli anni lo abbiamo visto con la schiena spezzata per mano di Bane in Knightfall, avvelenato innumerevoli volte da parte del Joker, morto in molte realtà parallele e nell’universo alternativo de Il Ritorno del Cavaliere Oscuro l’abbiamo visto affrontare un attacco cardiaco, per poi essere brutalmente pestato nel seguito, ma quella che vi stiamo per mostrare è senza ombra di dubbio uno dei peggiori, se non il peggiore stato in cui abbiamo mai visto il Batman della continuity principale DC.

DA QUI, ATTENZIONE AGLI SPOILER PER JUSTICE LEAGUE #6, uscito da poco in America.

Il tutto avviene in Justice League #6 di Scott Snyder e Jorge Jimenez. Durante gli eventi di questa storia, che vede al confronto la League con la Legion of DoomHawkgirlBatman finiscono per essere rimpiccioliti a livello microscopico, per poi essere inseriti nei corpi di SupermanMartian Manhunter. Le cose si mettono male e i due eroi sono costretti a far ritornare BatmanHawkgirl alle loro dimensioni originali, riportando indietro un Batman in condizioni disastrose, con braccia e gambe completamente spaccate e diverse ferite lungo tutto il corpo.

Oh mio dio Batman…le tue braccia e le tue gambe…

Non è chiaro quale sarà il destino del Cavaliere Oscuro. Sicuramente tornerà a combattere, ma tra quanto tempo? Quale percorso dovrà affrontare, dato che infortuni del genere possono compromettere a vita le capacità di muoversi ad una persona? Sarà tramite una lenta guarigione o tramite qualche sistema fantascientifico o magico? Ma soprattutto: questa cosa influirà sulla sua salute mentale o sulla sua volontà? Il perché è presto detto: questo personaggio ha vissuto le più atroci torture psicologiche e fisiche, chiunque al suo posto sarebbe già impazzito, si sarebbe rivoltato contro il mondo o si sarebbe ritirato da tempo, ma grazie alla sua ossessione ed alla sua volontà ferrea questo non è successo. Sarà questa la volta in cui vedremo un Batman estremamente vacillante, spaventato dall’immenso dolore che ha provato più volte in vita sua, che magari seguirà un lento percorso per tornare ad indossare il mantello? O il tutto verrà risolto grazie alla sua mente fredda ed estremamente acuta, guarendo e rimanendo concentrato sulla missione? Solo il tempo ce lo dirà, ma una cosa è certa: questo evento ha settato un nuovo standard per quanto riguarda gli infortuni di Batman.