Analisi e commento del trailer di Captain Marvel, ventunesimo film dell’Universo Cinematografico Marvel che uscirà nelle sale l’8 marzo 2019 per la regia di Anna Boden e Ryan Fleck.

Come promesso, nel corso delle ultime ore i Marvel Studios hanno ufficialmente mostrato al mondo intero il primo trailer di Captain Marvel, attesa nuova pellicola che andrà ad esaltare e far conoscere alla massa l’iconica figura di Carol Danvers. Un personaggio che, soprattutto nel corso dell’ultimo decennio, ha avuto l’onere di ritagliarsi sempre più spazio (lato fumetto americano) entrando di diritto nell’Olimpo degli Dei della Casa delle Idee. E come può essere chiuso questo perpetuo cerchio di crescita? Con un film tanto importante per presentare l’eroina quanto per il futuro stesso del Marvel Cinematic Universe visto che, è ormai nota, la presenza di Captain Marvel nel sequel di Avengers: Infinity War. Senza dilungarsi oltre questo aspetto, onde evitare spiacevoli spoiler per i neofiti, sappiate soltanto che giocherà un ruolo determinate nella lotta contro il potente Thanos.

Prima di andare a parlare brevemente di quanto mostrato nel trailer, è bene porsi una giusta domanda. Chi è Capitan Marvel? Innanzitutto il suo vero nome è Carol Danvers ed era (attenzione a questo passaggio) un ufficiale dell’aereonautica militare statunitense che, in seguito a un’esplosione avvenuta durante lo scontro tra l’originale Capitan Marvel e Yon-Rogg ha ottenuto dei superpoteri di origine Kree. Parliamo dunque di un personaggio con metà DNA umano e metà alieno e dunque, come facilmente intuibile, con un potere assai smisurato tanto da essere definita una delle eroine più potenti dell’interno universo Marvel. Inizialmente, sin dalla sua prima apparizione risalente al lontano 1968, assunse i panni dell’amata e sensuale Ms. Marvel fino a che nel 2012, a causa della dipartita di Mar-Vell, decise di indossare l’uniforme di Capitan Marvel fino ai giorni nostri.

Proprio come un caccia da guerra che infrange il muro del suono, Carol Danvers irrompe sullo schermo con tutto il suo potenziale togliendo finalmente quel velo di dubbi e paure sulla resa cinematografica del personaggio. Stiamo parlando pur sempre di un breve filmato che, senza ombra di dubbio, sarà soggetto a numerose migliorie in sede di distribuzione sotto l’aspetto degli effetti speciali e non solo. Ma in soldoni, il trailer è piaciuto? Si, sebbene ci siano determinate considerazioni soggettive da fare.  Inutile esaltarsi o denigrare un prodotto visto solamente per una manciata di minuti, è l’errore che purtroppo commettono in molti spinti dall’emotività o, tristemente, dalla faziosità.

Il filmato offre un’interessante panoramica sul periodo storico in cui si muoverà la pellicola, la scena del Blockbusters è già divenuta cult, e presenta alcuni ben noti personaggi come Nick Fury e Phil Coulson, ringiovaniti in maniera sublime grazie all’ottimo mix tra trucco ed effetti cinematografici, che andranno a interagire costantemente con la protagonista regalandoci, sin da questi primi minuti, dialoghi decisamente interessanti che porteranno a molte domande: come mai Carol non ricorda nulla della Terra? Sarà per via di ulteriori esperimenti effettuati sulla propria mente per assoggettarla completamente all’Impero Kree? Questo, come anche l’effettivo utilizzo dei propri poteri, saranno (si spera) spiegati al meglio nel film.

Non solo domande, fortunatamente, ma anche certezze. Il tono utilizzato dai Marvel Studios funziona, l’alternanza di momenti drammatici a simil esilaranti (vogliamo parlare del pugno alla vecchietta? Spettacolo puro)  sembra riprendere al meglio il mood visto col recente Infinity War. La presenza inoltre di Jude Law sembra proprio essere il giusto contro altare recitativo alla non proprio eccelsa Brie Larson che, al momento (e lo sottolineo nettamente), non mi convince appieno. Saremo tutti estremamente felici, in primis il sottoscritto, di vedere al cinema una Capitan Marvel fiera, sicura e che dia quel senso estremo di pura potenza tanto da poter far inginocchiare in futuro anche il Titano Pazzo.

Ulteriore nota di merita è la resa dei poteri che, sebbene allo stato primordiale, sembrano esser stati fedelmente riprodotti a partire dalle onde Kree fino all’esplosione finale di pura potenza vista alla fine del trailer. Infine, e ho volutamente lasciare per ultimo la questione, è estremamente piacevole poter affermare che la riproduzione del costume originale di Captain Marvel sia stata azzeccata sotto ogni aspetto con l’elmo che troneggia senza se e senza ma. La pellicola sarà disponibile a partire dall’8 marzo 2019, una data decisamente simbolica per il gentil sesso, e noi ormai abbiamo sempre più certezze e meno dubbi sulla resa finale di Captain Marvel.